KXIP vs KKR Live Score

Sarà erogato con cadenza mensile, suddiviso in undici mensilità. Necessario attestare l'iscrizione al nido per poter usufruire del contributo.

Da lunedì 17 luglio sarà possibile presentare la domanda per il Bonus asilo nido. Si parte dalle 10 del mattino, la domanda potrà essere presentata per tutti i bambini nati a partire dal 1°gennaio 2016, l'importo fruibile è di 1000 euro.

La domanda può essere presentata "dal genitore di un minore nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in possesso dei requisiti richiesti, dietro presentazione della documentazione attestante l'avvenuto pagamento della retta per la fruizione del servizio presso l'asilo nido pubblico, o privato autorizzato, prescelto". Vediamo come funziona il bonus nel dettaglio. A differenza di altri assegni familiari, come il bonus bebè, la carta maternità o il bonus baby sitter, i 1000 euro in questione potranno essere elargiti a prescindere dal proprio reddito familiare: le possibilità, dunque, saranno aperte a una range molto vasto di richiedenti, che dovranno affrettarsi a farne domanda visto che la copertura, per quest'anno, corrisponde a 144 milioni di euro totali.

Il bonus asilo nido ha un tetto massimo di 1000 euro, viene erogato allo scopo di sostenere le spese relative alla frequenza di asili nido pubblici o privati, per bambini fino a 3 anni.Tuttavia è possibile richiedere il pagamento, come supporto all'assistenza domiciliare, per bambini (fino a 3 anni) affetti da grave patologie croniche. Il beneficio spetta ai genitori di bambini residenti in Italia - spiega l'Assessore in una nota - cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo ovvero di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell'Unione Europea. Potrà richiedere l'assegno mensile all'Inps il genitore che sostiene le spese dell'asilo e la mamma o il papà che coabita con il figlio in caso di assistenza a domicilio. Per i bambini che sono già iscritti al nido, sarà riconosciuto l'intero importo dal 1° gennaio scorso.

Le "Agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati", previste dall'articolo 1, comma 355 della Legge di bilancio 2017, sono disponibili per tutte le famiglie senza limiti di reddito. Diritto al bonus anche peri cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria.

Chi può presentare domanda. Una volta esaurito il fondo, l'Inps non accoglierà più le domande, questo significa che, con ogni probabilità molte famiglie rischiano di rimanere senza.


COMMENTI